Logo e Immagine Coordinata

"Che cos’è la creatività?…è la capacità di "vedere"…e di "rispondere."Erich Fromm

Un Logo è ciò che di più personale e univoco possano avere una Società, un'associazione, una piccola azienda o una multinazionale, è ciò che più si ricorda quando svolge bene la funzione per la quale è nato.


Ma quali sono le caratteristiche di un logo? vediamo di riassumerne in breve le più importanti:

1) Riconoscibilità. Quando un logo diventa riconoscibile a prima vista, vuol dire che tutte le combinazioni possibili per creare un buon logo sono andate a meraviglia. Questo aspetto è molto legato però alla diffusione che un logo ha. E' facile dire che il logo della CocaCola o della Nike è riconoscibile. Ma questo è dovuto anche e soprattutto anche grazie ai potenti mezzi delle rispettive aziende ed alle enormi risorse che possono mettere nel marketing. Ma questi risultati possono essere ottenuti anche da una piccola azienda? La sfida è aperta, e la risposta è "perchè no?" tutto dipende dal nostro target e dalla diffusione geografica della nostra azienda. L'importante è essere riconoscibile al nostro Target di riferimento, a quelli che sono i nostri potenziali clienti, è per loro che dobbiamo lavorare. Il vostro logo deve essere "famoso" presso il bacino del vostro mercato potenziale, altro non interessa.
2) Univocità. Un logo simile ad altri perde di efficacia, e di originalità. Per questo è importante fare ricerche di mercato per vedere cosa già offre il vostro settore. Trovare ispirazione NON vuol dire copiare.
3) Versatilità. Essere adatto per essere utilizzato in diversi ambiti e supporti. Un logo troppo elaborato, ricco di sfumature ed ombre magari può andare bene sul sito web! Ma quando si manderà un brutale fax in bianco e nero cosa succederà? ce lo siamo mai chiesto? Si vedrà il nostro bellissimo logo o una macchia nera?
4) Vettorialità. Un logo che contenga un'immagine potrebbe funzionare nei limitati confini del web o al massimo del bigliettino da visita e della carta intestata... ma se un domani dovessimo fare della cartellonistica di grandi dimensioni? Se lo stampassimo sulle pareti di un furgone? Ci simao chiesti come l'immagine potrebbe cambiare, probabilmente perdendo di qualità e definizione fino a risultare molto sgranata o sfocata?
5) I colori. Il colore del logo dovrebbe richiamare una delle seguenti due cose, o le caratteristiche filosofiche, di mission e di pensiero che l'azienda rappresenta o che vuole rappresentare oppure essere strettamente relazionato con il prodotto che si promuove. Esempio: un'azienda che produce prodotti alimentari difficilmente avrà vantaggi da un logo di colore nero, per l'associazione inconscia che gli utenti, il target, ha di quel colore. Viceversa un'azienda di abbigliamento sportivo difficilmente avrà un logo color giallo/ocra che invece è tipico dei prodotti alimentari.
6) Font. Scegliere il font giusto. Ormai sono presenti in rete centinaia di siti che mettono a disposizione migliaia di font gratuiti. Il font può, da solo, determinare l'insieme di tutte le caratteristiche elencate fino a questo punto.